Il Blog di Peppe Totaro

About (versione precedente)

Il motivo di questo Blog

Questo contenuto costituisce la versione precedente della pagina About.

zurich_18 La Rete è ormai "infestata" da numerosissimi blog e siti personali. Oggi chiunque, in poco tempo, ha la possibilità di realizzare pagine Web più o meno semplici per pubblicare i propri pensieri o contenuti di vario genere. La maggior parte di queste pagine derivano dalla diffusione consolidata del fenomeno del blogging, con il quale l'utenza eterogenea della Rete cerca di manifestarsi al pubblico con risultati non sempre apprezzabili. Questo avviene soprattutto quando il blog viene usato (o abusato) dai netizen come status symbol, quasi a significare un motivo di distinzione o uno strumento di élite, piuttosto che un potente mezzo di comunicazione.

Mi capita frequentemente di avvertire un po' di superficialità nello sbandierare il possesso di un "diario di rete". Quante volte abbiamo sentito alcuni soggetti millantare il proprio blog o quello di altri con frasi del tipo "Oggi se non hai il blog non sei nessuno", etc. Un sarcastico sorriso è la reazione più consona a queste affermazioni e quella che meglio ne sottolinea la comicità.

Date queste premesse, non si avvertiva di certo la necessità di questo blog. E infatti non vi era alcuna necessità. I motivi che mi hanno spinto a realizzare questo semplice blog e pubblicarlo risiedono principalmente (e quindi non esclusivamente) nella voglia di confrontarsi e comunicare in ambito lavorativo, sportivo e sociale.

Questo blog è "specializzato" in determinati argomenti, ma è stato creato per avere un carattere molto eclettico proprio come quello del suo autore. La mia speranza è quella di appassionare alcuni lettori pazienti e generosi che vogliano consultare queste pagine, diventare ospiti assidui e soprattutto confrontarsi sui temi trattati (ma non solo).

Troppo spesso, mi imbatto in siti e blog in cui gli autori e gli editori non fanno altro che raccontare cose del tipo "Oggi ho fatto questo", "Domani farò quell'altro", "Mi sento triste", "Sono felice" e via dicendo, trasformando il Web in uno pseudo-diario di bordo piuttosto scontato. Intendiamoci, ognuno fa e scrive quel che vuole (entro certi limiti) ed è giusto che sia così. Il mio non vuole essere un attacco, ma solo un riassunto di ciò che non troverete in questo blog.

In particolare, sperando di ricevere sempre idee interessanti dai lettori, dagli amici e dai colleghi per arricchire i contenuti e proporne di nuovi, in queste pagine troverete articoli con frequenza aperiodica che riguardano "principalmente" i seguenti argomenti (ordinati alfabeticamente):

  • Allenatore
  • Attualità
  • Esperienze personali
  • Filosofia (intesa come Compito meditativo)
  • Informatica e tecnologia
  • Istruzione e insegnamento
  • Calcio e altri sport

Non mi resta che augurarvi buona lettura.

P.S.: Come si può evincere da questa introduzione al blog, spero di non essere mai tedioso e soprattutto scrivere ogni articolo con chiarezza. A mio parere, una buona lettura deve essere avvincente, ma anche rilassante al fine di non renderla stancante e consentire al lettore di poter sviluppare il suo senso critico in assoluta tranquillità. Ecco perché ho inserito in apertura una foto che ho scattato da una sponda del lago Limmat di Zurigo: quella è la mia idea di relax.

Translate »